Agenzie Investigative > Articoli Redazionali > Cancellazione Cattivi Pagatori> Black list dei cattivi pagatori: cosa sono
 

Pubblicato il 15/02/2012

LE BLACK LIST DEI CATTIVI PAGATORI

Ultimamente si sente spesso parlare di Black List dei Cattivi Pagatori. Ma cosa sono? Sono delle liste di nominativi di utenti che hanno avuto qualche problema a rispettare gli impegni finanziari e per questa ragione sono finiti in un Data base. Queste liste sono realizzate allo scopo di tutelare i proprietari ( o chi ne ha accesso) i quali vogliono ridurre il rischio di insoluto nel momento in cui prestano denaro.

Ma chi finisce in queste liste di cattivi pagatori? Inizialmente per essere inclusi in queste liste bisognava aver mancato dei pagamenti di una certa entità. Con il passare degli anni e con l'inasprirsi delle sanzioni, il limite oltre il quale si veniva segnalati per l'inserimento nelle liste, è via via diminuito. Oggi (molti consumatori non lo sanno) basta saltare una rata della carta di credito anche per pochi euro e si rischia di essere inclusi in queste liste.

Chi gestisce le liste? vi sono società apposite che gestiscono le black list e sono per lo più collegate al sistema bancario. Una delle più famose è la lista gestita da CRIF, una società di Bologna che a sua volta vende poi le infomazioni al sistema creditizio bancario, che deve controllare il livello di rischio di un richiedente finanziamento.

 

 

 

Quando si firmano i moduli per la richiesta di un finanziamento o di una carta di credito in banca o in altro istituto di credito, automaticamente viene data l'autorizzazione a comunicare i nostri dati alle Centrali Rischi (es Crif appunto).

In questo modo l'istituto bancario potrà comunicare al gestore della banca dati, i nostri dati in caso risultiamo insolventi nel pagamento di una rata, ad esempio.

Cosa comporta essere presenti in una Lista di cattivi Pagatori?
Molti utenti hanno già vissuto la spiecevole situazione in cui succede che a seguito di una semplice e piccola richiesta di finanziamento (magari per l'acquisto di prodotti superflui in un centro commerciale) ci si vede rifiutata la domanda in quanto ci comunicano che siamo iscritti in una centrale rischi.

Molte persone infatti non sanno di essere segnalate come cattivi pagatori e lo scoprono solo quando hanno necessità o vogliono chiedere un prestito o finanziamento. Consigliamo dunque una verifica presso le liste dei cattivi pagatori o black list, chiedendo di verificare la presenza o meno del proprio nome.

Nel caso il proprio nome fosse inserito è possibile richiedere la cancellazione dalla lista di cattivi pagatori.


Redazione