Agenzie Investigative > Articoli Redazionali > Guardie del Corpo > Corsi per bodyguard
 

Riceviamo e pubblichiamo:
Pubblicato il 10/03/2006

CORSI PER BODYGUARD

Intraprendere la professione di bodyguard non è certo facile e senza rischi. La cosiddetta "guardia del corpo" deve infatti rispondere a determinati requisiti psico-fisici e sottoporsi ad un medio periodo di formazione e addestramento presso strutture specializzate. Il bodyguard infatti, oltre a difendere i vip dall'invadenza dei fan, può adempire a ruoli più rischiosi come la scorta a persone la cui incolumità è a rischio ed effettuare servizi (in collaborazione con le forze di polizia statali) di sicurezza aeroportuale e marittima.

Normative

Benchè nel settore lavorino più di mille professionisti privati, in Italia la professione di bodyguard non è ancora inquadrata. Spesso chi opera in questo campo, per essere riconosciuto professionalmente, deve presentarsi con la qualifica di accompagnatore o, qualora fosse in possesso del decreto di Guardia Particolare Giurata, deve dichiarare di tutelare un bene del protetto e non l'incolumità della persona stessa.
Lo Stato ha emanato nel 1931 il "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza", all'interno del quale il "Titolo IV" (dall'Art. 133 all' Art. 141) fornisce la normativa in materia di "Guardie Particolari, Istituti di Vigilanza e Investigazione Privata".

 

Corsi per diventare bodyguard

Chi partecipa a dei corsi per bodyguard, sarà professionalizzato sia sotto l'aspetto nozionistico che pratico. Oltre ad essere formato riguardo le leggi che vedono interessata la sua figura professionale, sarà addestrato al comportamento corretto in pubblico, alla riservatezza, al comportamento da tenere con i clienti. Operativamente, poi, dovrà sostenere corsi per la guida veloce, conoscenza dei principali tipi di esplosivi, per il comportamento in caso di diverse situazioni di minaccia, per effettuare correttamente una scorta motorizzata o a piedi, per sapere utilizzare diverse armi di difesa personale. Al termine del corso per diventare bodyguard, dovranno essere rilasciati un certificato di Operatore di Scorte e Tutela, un Certificato di Primo Soccorso e un Certificato di Maneggio alle Armi rilasciato in terza parte dal tiro a segno nazionale.
È possibile inoltre diventare bodyguard dopo una carriera nelle forze di polizia statali.
Infine, si può essere assunti da una società specializzata, o si può decidere di lavorare in proprio. Le prime prove di lavoro saranno comunque di sorveglianza e di custodia di oggetti.

Quanto guadagna un bodyguard?

Le guardie del corpo che lavorano come liberi professionisti sono pagati più o meno € 120 l'ora. Quelli che invece sono dipendenti di un' agenzia investigativa o di un istituto di vigilanza hanno una busta paga che può superare i € 30.000 lordi l'anno. Le guardie del corpo che lavorano per un solo cliente possono guadagnare € 2.000 al mese. In ogni caso il compenso aumenta proporzionalmente al rischio che si corre.

È necessario infine ricordare che nel nostro paese è illecito qualunque  tentativo di sostituzione alle Forze dell'Ordine nella funzione di tutela di chi è o si sente minacciato.